I Partner del Monitor PEC

 

Ad oggi hanno aderito:

A2A, ABB, Acea, Anigas, CESI, Edison, Elettricità Futura, Enel Italia, ERG, Falck Renewables, Fondazione Fiera, Hera Luce, Iren, Italtel, Montello, Motus-E, Rilegno, SECI Energia, Snam, Toyota Motor Italia, Utilitalia.

Tutte le attività relative alla predisposizione del PEC rimarranno in capo al Governo (o da chi sarà da esso coinvolto); in tal senso, il Monitor PEC non vuole in alcun modo sostituirsi. Esso invece vuole porsi come punto di riferimento nel processo di attuazione del Piano in esame.

In tale prospettiva, il Monitor PEC svilupperà in linea di massima le seguenti attività:

  • Osservazione circa l’impostazione e i progressi nella predisposizione del PEC da parte del Governo
  • Stimolo/supporto/studio a beneficio del Governo e/o degli organismi deputati alla predisposizione del PEC
  • Predisposizione di Rapporti periodici, riservati ai partners, sull’andamento del processo di costruzione del PEC
  • Riunioni a porte chiuse con i partner del Monitor PEC per discutere le questioni più rilevanti emerse nello svolgimento dell’attività di osservazione/studio
  • Eventuale attività di comunicazione nei confronti delle varie categorie di stakeholders.

A chi è dedicato

Il Monitor PEC è sostenuto da soggetti interessati alla realizzazione del Piano e perciò disponibili a supportare in vario modo l’attività governativa in materia, che comunque rimane centrale.

Possono aderire al Monitor PEC Enti Pubblici, Imprese, Associazioni di categoria, enti di ricerca, ecc.

Il team di lavoro è composto da analyst di Agici guidati dal dott. Raffaele Tiscar insieme al prof. Andrea Gilardoni. Per maggiori informazioni consulta la pagina del team.

Come detto, è auspicabile che collaboratori delle aziende aderenti al Monitor PEC facciano parte attiva del team di lavoro.
Il piano di lavoro sarà messo a punto nel primo incontro fissato per il 27 settembre 2018.

Possono aderire al Monitor PEC Enti Pubblici, Imprese, Associazioni di categoria, enti di ricerca, ecc.
L’adesione decorre da settembre 2018 e ha durata annuale, eventualmente rinnovabile di anno in anno.
Ci si attende che aderiscano, a regime, tra i 20 e i 25 soggetti.
Tra le altre, i Partner hanno anche una funzione di indirizzo. Possono essere coinvolti nell’attività di osservazione e di studio anche qualificati dipendenti dei partners.

L’adesione può avere luogo in due forme:
Partner strategico. Costo 25.000 euro più IVA. I partner in esame avranno un ruolo particolarmente rilevante e continuativo nell’indirizzo e nello svolgimento delle attività del Monitor PEC.
Partner ordinario. Costo 10.000 euro più IVA. I partner ordinari avranno un ruolo rilevante nell’indirizzo delle attività. Il loro coinvolgimento avverrà su base mensile o su loro esplicita richiesta.

Ai Partner del 2018 dei vari Osservatori Agici sono riservate condizioni agevolate.