Crippa: “Ppa con aggregatore pubblico e progetti pilota sulla PA”

Sui Ppa restano ancora diversi aspetti da chiarire (QE 17/12). Ma una cosa è certa: il Governo intende assegnare allo Stato un ruolo di “spinta iniziale”, non solo con la piattaforma e l’aggregatore pubblico, ma anche tramite “progetti pilota sulla Pubblica amministrazione” che costituiscano “un esempio” sul quale costruire nel nostro Paese i presupposti per lo sviluppo dei contratti di lungo termine delle Fer.

 

Continua a leggere su: QuotidianoEnergia.it

Autoconsumo, Crippa: “Primo passo estensione a Fer e cogenerazione”

Estendere la normativa nazionale sull’autoconsumo “a nuovi sistemi di distribuzione chiusi, con il vincolo di essere alimentati a fonti rinnovabili o cogenerazione ad alto rendimento, eventualmente integrati da sistemi di accumulo, e fermo restando la natura dei siti (industriali, commerciali o di servizi)”. Potrebbe essere questo, secondo il sottosegretario Mise Davide Crippa, un “primo passo” verso l’espansione dell’autoconsumo previsto dalle nuove norme del Clean Energy Package.

Continua a leggere su: Quotidianoenergia.it

La Commissione saluta con favore l’adozione da parte del Parlamento europeo dei fascicoli chiave del pacchetto “Energia pulita per tutti gli europei”

Il Parlamento europeo ha firmato oggi (13 novembre 2018) nuove norme sulle energie rinnovabili, l’efficienza energetica e la governance dell’Unione dell’energia – un passo importante per consentire all’Unione Europea e ai suoi Stati membri di abbracciare la transizione verso l’energia pulita, dare seguito alla legislazione climatica già adottata nel 2030 e rispettare gli impegni dell’accordo di Parigi.

Continua

Biometano strategico per il rapporto clima-energia

Il gas rinnovabile deve essere centrale nella strategia Clima- Energia europea e nazionale perché il biometano rappresenta una soluzione per il contrasto ai cambiamenti climatici. Lo ribadisce, in occasione di Ecomondo, la Piattaforma Tecnologica Nazionale Biometano, coordinata da Cib ( il Consorzio Italiano Biogas) e Cic ( il Consorzio Italiano Compostatori) e partecipata da Anigas, Assogasmetano, Confagricoltura, FiseAssoambiente, Legambiente, Ngv Italy, Utilitalia, Snam e Italian Exhibition Group. Il piano europeo Clima- Energia pone per il 2030 obiettivi ambiziosi e l’ Italia, come gli altri stati membri, sarà chiamata a breve dall’ Ue a rendere nota la propria strategia.

Fonte: Utilitalia

Una fase cruciale per il futuro di emissioni e decarbonizzazione

La risoluzione votata dall’Europarlamento di portare dal 40 al 55% l’obbiettivo di riduzione delle emissioni al 2030 potrebbe innescare un’ulteriore rialzo degli obiettivi su rinnovabili ed efficienza. E, visti alcuni segnali positivi dal mercato, bisognerebbe giocarsi subito questa carta…

 

Continua a leggere su QualEnergia