WWF: Sulla decarbonizzazione ora si deve fare sul serio

Il Piano Nazionale Energia e Clima, la cui bozza va ultimata dal Governo entro dicembre, è l’occasione per identificare e rendere operativi le politiche innovative e gli strumenti necessari per attuare l’Accordo di Parigi nel settore energetico, in particolare su energia rinnovabile, efficienza energetica e uscita dal carbone (a cominciare dal settore elettrico). Questa l’indicazione del WWF che ha redatto uno studio per identificare le politiche necessarie a intraprendere con decisione la strada della decarbonizzazione. Continua

Ronchi: dagli investimenti su energia e clima possibili 900 mila unità di lavoro in 5 anni

Secondo il presidente della Fondazione per lo sviluppo sostenibile «la riallocazione dei sussidi negativi e neutrali per l’ambiente è certamente una priorità»

“Siamo in attesa di misure importanti: il nuovo decreto sulle rinnovabili, la risoluzione delle questioni aperte per l’End of Waste dopo una sentenza del Consiglio di Stato, il recepimento delle nuove Direttive europee sui rifiuti e l’economia circolare e il Piano delle misure per l’energia e il clima. Questo pacchetto farà capire qualcosa di più della direzione di marcia di questo governo in materia di sostenibilità e green economy.”

Continua a leggere su: Greenreport.it

Piano Nazionale Clima-Energia, le proposte di Kyoto Club

Nell’ambito degli Stati Generali della Green Economy – tenutisi a Rimini gli scorsi 6 e 7 novembre a Ecomondo-Key Energy – le associazioni aderenti hanno presentato le loro idee sul Piano Nazionale Clima ed Energia attualmente in discussione nel Governo per la successiva trasmissione alla Commissione Europea.

Continua a leggere su: Qualenergia.it

Biometano strategico per il rapporto clima-energia

Il gas rinnovabile deve essere centrale nella strategia Clima- Energia europea e nazionale perché il biometano rappresenta una soluzione per il contrasto ai cambiamenti climatici. Lo ribadisce, in occasione di Ecomondo, la Piattaforma Tecnologica Nazionale Biometano, coordinata da Cib ( il Consorzio Italiano Biogas) e Cic ( il Consorzio Italiano Compostatori) e partecipata da Anigas, Assogasmetano, Confagricoltura, FiseAssoambiente, Legambiente, Ngv Italy, Utilitalia, Snam e Italian Exhibition Group. Il piano europeo Clima- Energia pone per il 2030 obiettivi ambiziosi e l’ Italia, come gli altri stati membri, sarà chiamata a breve dall’ Ue a rendere nota la propria strategia.

Fonte: Utilitalia

Piano energia-clima e obiettivi 2030, il contributo di Free

La produzione da Fer nel 2030 dovrà essere il doppio del 2016, il 10% degli autoveicoli dovrà essere elettrico, mentre il 30% del trasporto pesante su strada e il 50% di quello marittimo dovranno essere alimentati da biometano. Questi alcuni step suggeriti da Free nella corsa verso gli obiettivi 2030.

Piano nazionale energia e clima, il parere di Confindustria

Confindustria ha inviato a MiSE e Minambiente le sue osservazioni sulla linea che il Governo dovrebbe seguire per la stesura del Piano clima-energia. Nel documento l’associazione si esprime anche su: rinnovabili, autoconsumo, riforma del mercato elettrico, mobilità elettrica ed efficienza. […]

Continua a leggere su: Qualenergia